Quale contratto di assicurazione scegliere per la tua auto a noleggio?

Quando noleggiamo un’auto è importante conoscere a fondo i termini assicurativi. Le norme che regolano l’assicurazione obbligatoria variano da Paese a Paese, ma in linea generale la RC, ovvero la responsabilità civile verso terzi, è obbligatoria ovunque. I servizi aggiuntivi, invece, che vedremo nel prosieguo dell’articolo, variano a seconda del contratto. È opportuno, inoltre, controllare quali sono i limiti di età del conducente, che per la maggior parte delle compagnie sono tra i 21 e gli 80 anni.

L’agenzia di autonoleggio richiederà sempre un numero di carta di credito intestata al conducente, dove verrà prenotato un importo che varia a seconda del tipo di contratto e della classe del veicolo. Si possono chiedere coperture aggiuntive per danni accidentali a gomme e carrozzeria interna ed esterna. Il secondo guidatore è coperto da polizza solo se dichiarato al momento della stipula del contratto. Esistono coperture complete simili alla Kasko, anche se possono avere denominazioni diverse.

Cos’è la franchigia?

La franchigia è la somma di denaro che, in caso di danno al veicolo, resta a carico del titolare del contratto di assicurazione, ovvero il conducente. Si tratta di una somma spesso di molto inferiore al valore del danno, ma resta comunque un parametro che determina in modo importante il costo per il conducente in caso di sinistro. La franchigia, infatti, oscilla tra i 700 e i 2.500 euro, a seconda del veicolo e delle condizioni generali.

È possibile azzerare la franchigia e viaggiare con maggior tranquillità. Il costo giornaliero oscilla fra i 10 e i 15 euro, che si aggiungono al costo del noleggio. A nostro avviso, vale la pena spendere questa cifra in più. In caso contrario, anche il più piccolo danno potrebbe trasformarsi in un conto salato. Sul sito di Leasys Rent e di Avis troviamo tutti i dettagli relativi all’offerta assicurativa delle due aziende.

Le polizze stand alone

Si tratta di polizze che vengono stipulate con società indipendenti, ma che possono essere considerate valide dall’autonoleggio scelto, almeno per alcuni aspetti assicurativi. Ad esempio, se il costo dell’azzeramento della franchigia incide troppo sul budget, possiamo richiedere un preventivo ad agenzie come Assicurazione Autonoleggio. Vengono proposte polizze specifiche per parti dell’auto che si possono rompere (come finestrini e carrozzeria), convenienti soprattutto se abbiamo bisogno di un periodo assicurativo di lunga durata.

Le stand alone non sostituiscono la RC. Normalmente sono valide per chilometri illimitati e nel raggio di un determinato territorio. Bisogna sempre conoscere i dettagli delle eventuali restrizioni. Potrebbero infatti non essere inclusi i danni provocati da incuria (ad esempio se si introduce un carburante sbagliato al rifornimento). Sul sito di Assicurazione Autonoleggio troviamo anche varie offerte di polizze stand alone. In ogni caso, controllare sempre la validità di un’assicurazione indipendente presso la propria agenzia di autonoleggio.

Ulteriori consigli

Per completare la copertura assicurativa e viaggiare in completo relax, possiamo aggiungere, ove disponibile, l’assistenza stradale 24/7. Potremo avvalercene non solo in caso di guasti importanti, ma anche per piccoli inconvenienti, come forare un pneumatico, lasciare le chiavi chiuse in auto oppure ritrovarsi con la batteria scarica. Facciamo attenzione a non perdere le chiavi: ci verranno quasi sicuramente addebitate. Se abbiamo qualche dubbio, non esitiamo a contattare il personale dell’autonoleggio prima di scegliere (e pagare) il piano assicurativo.