Perché visitare l’incantevole Oslo su un’auto a noleggio

  • La capitale della Norvegia è ricca di storia e luoghi di attrazione: una città che offre dinamismo e varietà
  • Un’auto in affitto ci permette tutta la libertà di esplorare e godere delle bellezze di Oslo
  • Appena fuori città troviamo destinazioni turistiche interessanti: con un’auto a disposizione sarà più semplice raggiungerle!
  • La città dispone di ben tre aeroporti, presso i quali potrete ritirare il veicolo a noleggio e immergervi nella vostra avventura norvegese

Oslo è detta la “Tigerstaden” – ovvero “città tigre” per simboleggiare il suo dinamismo e la sua forza. E’ situata sulla costa meridionale della Norvegia. Quello che colpisce di questa città è la sua modernità e le sue ricchezze naturali. Verdi foreste, l’abbraccio del mare del nord che lambisce le coste scavate dai fiordi, il fascino del sole di mezzanotte durante i mesi estivi. nel 2019 Oslo è stata nominata Capitale Verde d’Europa.

In città possiamo ammirare numerose attrazioni: il Museo delle Navi Vichinghe, il Museo Marittimo, e l’Holmenkollen, un monumentale trampolino per gli sci, dalla cima del quale ammirare una vista mozzafiato dell’intera città. E poi ancora il Palazzo dell’Opera, l’ Astrup Fearnley Museum, fino al lungomare di Oslo con i suoi tipici porticcioli. La città ha una vita notturna vibrante, ricca di locali con musica dal vivo.

Esploriamo anche i dintorni di Oslo con la nostra auto a noleggio

Molti degli angoli più suggestivi della città si trovano nella penisola di Bygdøy, a ridosso della città. A breve distanza da Oslo troviamo anche TusenFryd, il Parco dei Divertimenti a Vinterbro. Il Centro d’Arte Henie Onstad si trova a circa 12 Km dalla città, verso Drammenoltre ad una spettacolare collezione di opere d’arte, il centro ha una sua spiaggia e un ristorante molto apprezzato: il Bølgen & Moi.

Giungendo fino al lago di Mjøsa, possiamo regalarci un’escursione sulla Skibladner, la nave a vapore più antica al mondo: ha ben 150 anni! La Skiblander approda vicino alle cittadine di Hamar, Gjøvik, Eidsvoll e Lillehammer. A un’ora da Oslo c’è il villaggio di Drøbak con la Casa di Natale e… l’ufficio postale di Babbo Natale, un piccolo segreto norvegese da condividere con i bambini. Su VisitOslo.com trovate altre destinazioni interessanti.

Dove noleggiare un’auto a Oslo

La Capitale dispone di tre aeroporti. Oslo-Gardermoen, il più grande aeroporto norvegese, è situato a circa 40 Km a nord della capitale. L’Oslo-Sandefjord Torp si trova invece a sud est. L’Oslo Rygge è utilizzato invece da numerose compagnie aeree low cost. Gli aeroporti sono sede di numerose aziende di autonoleggio, ma è possibile affittare un’auto anche in centro ad Oslo. Ecco alcune delle aziende di autonoleggio nazionali e internazionali presenti sul territorio:

  • Hertz
  • Sixt
  • First Rental Car
  • Bislet
  • Europcar
  • Rent a Wreck
  • Budget
  • Avis

Noleggiare un’auto presso l’aeroporto di Oslo-Gardemoen

Presso questo aeroporto, dove transitano più di 20 milioni di passeggeri all’anno, hanno sede diverse compagnie di autonoleggio, come Europcar e Avis . Gli sportelli delle aziende che offrono questo servizio sono nella hall degli arrivi. Se preferiamo aspettare per guidare la nostra auto, possiamo rimandare il noleggio e decidere di raggiungere Oslo con il treno: il Flytoget Airport Express effettua una corsa ogni 10 minuti.

Noleggiare un’auto presso l’aeroporto di Oslo-Sandefjord Torp

Anche se di dimensioni inferiori rispetto all’aeroporto principale, lo scalo di Oslo-Sandefjord Torp è dotato di moderni servizi per i clienti, bar, negozi e comodi collegamenti con il centro città attraverso bus urbani. In più, nelle vicinanze dell’aeroporto è possibile pernottare in strutture ricettive che propongono prezzi molto convenienti se paragonati agli standard norvegesi. Qui, ad esempio, possiamo noleggiare un’auto presso gli sportelli di Rent-A-Wreck.

Noleggiare un’auto al centro della città

Se alloggiamo nel centro di Oslo e abbiamo necessità di noleggiare un’auto, possiamo rivolgerci alla Hertz , nei pressi della Stazione Centrale. La lingua non è una barriera: in Norvegia la maggior parte delle persone parla inglese fluentemente – anche chi non lavora in campo turistico.

Noleggiare un’auto a Oslo: la scelta giusta?

La risposta alla domanda è certamente sì. Avere un’auto a disposizione ci permetterà di rendere il nostro soggiorno ad Oslo ancora più interessante. La circolazione in città e fuori è estremamente ordinata; ricordiamoci, comunque, di informarci sulle aree di sosta più convenienti per visitare le zone pedonali. I dintorni di Oslo sono ricchi di attrazioni turistiche e luoghi da scoprire, immersi nell’atmosfera unica dei fiordi, in tutto il loro intatto fascino scandinavo.

Quale contratto di assicurazione scegliere per la tua auto a noleggio?

Quando noleggiamo un’auto è importante conoscere a fondo i termini assicurativi. Le norme che regolano l’assicurazione obbligatoria variano da Paese a Paese, ma in linea generale la RC, ovvero la responsabilità civile verso terzi, è obbligatoria ovunque. I servizi aggiuntivi, invece, che vedremo nel prosieguo dell’articolo, variano a seconda del contratto. È opportuno, inoltre, controllare quali sono i limiti di età del conducente, che per la maggior parte delle compagnie sono tra i 21 e gli 80 anni.

L’agenzia di autonoleggio richiederà sempre un numero di carta di credito intestata al conducente, dove verrà prenotato un importo che varia a seconda del tipo di contratto e della classe del veicolo. Si possono chiedere coperture aggiuntive per danni accidentali a gomme e carrozzeria interna ed esterna. Il secondo guidatore è coperto da polizza solo se dichiarato al momento della stipula del contratto. Esistono coperture complete simili alla Kasko, anche se possono avere denominazioni diverse.

Cos’è la franchigia?

La franchigia è la somma di denaro che, in caso di danno al veicolo, resta a carico del titolare del contratto di assicurazione, ovvero il conducente. Si tratta di una somma spesso di molto inferiore al valore del danno, ma resta comunque un parametro che determina in modo importante il costo per il conducente in caso di sinistro. La franchigia, infatti, oscilla tra i 700 e i 2.500 euro, a seconda del veicolo e delle condizioni generali.

È possibile azzerare la franchigia e viaggiare con maggior tranquillità. Il costo giornaliero oscilla fra i 10 e i 15 euro, che si aggiungono al costo del noleggio. A nostro avviso, vale la pena spendere questa cifra in più. In caso contrario, anche il più piccolo danno potrebbe trasformarsi in un conto salato. Sul sito di Leasys Rent e di Avis troviamo tutti i dettagli relativi all’offerta assicurativa delle due aziende.

Le polizze stand alone

Si tratta di polizze che vengono stipulate con società indipendenti, ma che possono essere considerate valide dall’autonoleggio scelto, almeno per alcuni aspetti assicurativi. Ad esempio, se il costo dell’azzeramento della franchigia incide troppo sul budget, possiamo richiedere un preventivo ad agenzie come Assicurazione Autonoleggio. Vengono proposte polizze specifiche per parti dell’auto che si possono rompere (come finestrini e carrozzeria), convenienti soprattutto se abbiamo bisogno di un periodo assicurativo di lunga durata.

Le stand alone non sostituiscono la RC. Normalmente sono valide per chilometri illimitati e nel raggio di un determinato territorio. Bisogna sempre conoscere i dettagli delle eventuali restrizioni. Potrebbero infatti non essere inclusi i danni provocati da incuria (ad esempio se si introduce un carburante sbagliato al rifornimento). Sul sito di Assicurazione Autonoleggio troviamo anche varie offerte di polizze stand alone. In ogni caso, controllare sempre la validità di un’assicurazione indipendente presso la propria agenzia di autonoleggio.

Ulteriori consigli

Per completare la copertura assicurativa e viaggiare in completo relax, possiamo aggiungere, ove disponibile, l’assistenza stradale 24/7. Potremo avvalercene non solo in caso di guasti importanti, ma anche per piccoli inconvenienti, come forare un pneumatico, lasciare le chiavi chiuse in auto oppure ritrovarsi con la batteria scarica. Facciamo attenzione a non perdere le chiavi: ci verranno quasi sicuramente addebitate. Se abbiamo qualche dubbio, non esitiamo a contattare il personale dell’autonoleggio prima di scegliere (e pagare) il piano assicurativo.

Road Trip negli Stati Uniti: il viaggio perfetto a bordo di un’auto a noleggio

E’ il sogno proibito: almeno una volta nella vita tutti noi abbiamo desiderato di partire alla scoperta degli Stati Uniti, attraversando il seducente continente americano a bordo di una macchina. Tanti idoli della letteratura l’hanno già fatto: da Jack Kerouac in poi, il viaggio negli States è diventato un obbligo per chi desidera perdersi nelle immensità americane con lo scopo di ritrovare se stesso. Eppure, pianificare un roadtrip negli Stati Uniti richiede tempo e attenzione: ecco alcuni consigli per un viaggio perfetto.

I pro e i contro

Innanzitutto, i pro. Gli Stati Uniti sono uno dei luoghi che vediamo di più in televisione, e al cinema. Fare una foto a Beverly Hills o a Times Square è il sogno di ognuno di noi; perdersi nel profondo sud ci permette di conoscere la vera provincia americana, mentre la regione dei Grandi Laghi è ricca di metropoli e di monumenti naturali (come le cascate del Niagara); raggiungere il Grand Canyon e la Death Valley equivale a fare un vero e proprio viaggio di conoscenza della propria anima.

Però ci sono dei contro. Un roadtrip negli Usa è costoso, e per questo è bene pianificarlo con largo anticipo per risparmiare sul costo dei voli: solo così si possono risparmiare centinaia di euro. Poi, ovviamente, gli Stati Uniti sono immensi: attraversare un continente di oltre 3000 chilometri richiede almeno venti giorni di tempo; altrimenti il viaggio diventa una marcia a tappe forzate. Per questo, a seconda dei giorni di vacanza, è bene limitarsi a una zona del continente, come ad esempio:

  • Tour nella East Coast;
  • Tour nella West Coast;
  • La Route 66;
  • Tour del profondo sud;
  • Tour delle meraviglie naturali.

Come organizzare il viaggio

Il problema principale, nell’organizzare un roadtrip, riguarda la gestione dei giorni di viaggio. Innanzitutto si devono calcolare delle tappe giornaliere che non siano troppo spossanti per chi guida. Ad esempio, per una persona sola guidare per più di 200 chilometri al giorno può essere faticoso; fare dei turni, invece, può risolvere non pochi problemi, rendendo più piacevole l’avventura. Anche il viaggio più breve, poi, richiede almeno dieci giorni, perché non conta solamente viaggiare, ma anche conoscere ciò che vediamo scorrere al di fuori del finestrino.

Dato che bisogna prenotare gli alberghi, trovare i ristoranti, individuare i distributori di benzina e i luoghi di interesse, è molto conveniente affidarsi a delle compagnie specializzate che offrono dei roadtrip organizzati, occupandosi in vario modo dei tour, delle macchine a noleggio, dei pernottamenti e anche degli alberghi. Le compagnie possono limitarsi alla parte logistica, oppure fornire anche un tutor che faccia da guida e da interprete durante il viaggio. Se invece preferite un’esperienza più solitaria (formula “fly&drive”), non c’è problema: potrete limitarvi a noleggiare la macchina, lasciandovi inghiottire dall’improvvisazione.

Le compagnie di viaggio

In questo paragrafo raccoglieremo le migliori compagnie di viaggio per un roadtrip negli Stati Uniti. I loro siti consentono di ottenere un preventivo gratuito per qualsiasi tipo di viaggio: che si tratti di cavalcare la mitica Route 66 o di conoscere le città della East Coast, non avete che da chiedere: in alcuni casi potrete addirittura selezionare il modello di auto o fare delle richieste particolari per il veicolo. E dal momento che la vostra auto sarà co-protagonista del viaggio, sceglietela con cura!

In ogni caso, sia che partiate da soli, sia che vi affidiate a una compagnia di viaggi, assicuratevi di avere tutti i documenti necessari al soggiorno negli Usa. Gli Stati Uniti sono piuttosto restrittivi in questi termini: ricordatevi quindi di avere il passaporto non scaduto, una patente di guida valida negli Stati Uniti, e soprattutto l’assicurazione sanitaria, che sarà la vostra unica garanzia nel malaugurato caso di un incidente. Molte compagnie si fanno carico della vostra situazione burocratica, ma è sempre meglio controllare.

Roadtrip negli Usa: i nostri consigli

Come potete vedere dalla lista, tre dei quattro siti più famosi di roadtrip americani non vendono solamente il noleggio della macchina, ma si occupano di fornire un servizio a trecentosessanta gradi che ci lasci soltanto un unica preoccupazione: scegliere l’itinerario migliore per la tappa giornaliera. Viaggiare negli Stati Uniti, infatti, non è facile come sembra nei film, ed è meglio evitare qualsiasi intoppo burocratico affidandosi a dei professionisti che sappiano come aiutarci in ogni minuto. L’esperienza, infatti, resterà autentica e spettacolare.

La formula più indipendente è sicuramente quella del “fly&drive”. Si tratta di acquistare in un solo pacchetto il viaggio di andata, il noleggio dell’auto e il viaggio di ritorno. La compagnia si preoccuperà solamente di farvi trovare tutto al posto giusto, lasciando a voi la massima libertà nella scelta dell’itinerario, degli alberghi, dei luoghi da visitare e di quelli da evitare. Qui sotto forniamo una lista dei siti migliori dove confrontare i prezzi e ottenere il preventivo migliore per l’esperienza on the road:

Come prepararsi al viaggio negli Stati Uniti

Ora che avete scelto il vostro tipo di viaggio (una compagnia specializzata, o un semplice fly and drive), non vi rimane che prepararvi al roadtrip che avete sempre sognato. Il primo consiglio è quello di partire riposati e carichi: per macinare chilometri è necessario essere positivi e guardare con curiosità a tutto ciò che ci circonda, senza temere gli imprevisti o le deviazioni. Il bello sta proprio qui: improvvisate, parlate con gli sconosciuti, frequentate locali curiosi ed evitate le trappole per turisti.

Altri consigli logistici: il viaggio può durare da 10 a 20 giorni, e almeno tre o quattro ore del tempo le trascorrerete in macchina. Portatevi quindi dei vestiti comodi per il viaggio, in modo da potervi cambiare negli alberghi per la sera. Nessuno vuole visitare gli Stati Uniti pensando solamente a quanto sia scomoda questa giacca o a quanto siano strette le scarpe eleganti! Sono piccoli particolari, ma faranno tutta la differenza del mondo quando sarete dall’altra parte dell’oceano a coronare il vostro sogno più bello.